Il congresso del Pensiero Libero

mardi 3 août 2010
popularité : 100%

In un grosso calore ma in un atmosfera calorosa, il congresso annuale del Pensiero Libero Francese si è tenuto vicino à Bordeaux, dal 8 al 10 di luglio. E impossibile fare un riassunto delle discussioni di tre giorni in qualche linea. Alcuni fatti importanti possono essere ricordati. Un incontro internazionale di giovani liberi-pensatori si è tenuta con la partecipazione di giovani francesi, tedeschi, russi, polacchi ; fu un sucesso tanto dal punto di vista quantativo quanto qualitativo.

JPEG - 80.3 ko
vue d’ensemble

La perspettiva della costruzione di una nuova Internazionale del Pensiero Libero a Oslo, in luglio 2011, all’occazione dell’Assemblea genearale dell’IHEU è stata lungamente trattata. Cosi, il Congresso a proposto alle federazioni di organizzare debatti politici, riunioni pubbliche, conferenze stampe intorno alla perspettiva di un Internazionle del Pensiero Libero.

E per aiutare alla comprensione di quel futuro Congresso che le Actes del Congresso internazionale del 1904 a Roma sono stati publicati di nuovo e sono venduti dalla federazione nazionale.

La solidarietà internazionale, abituale in quelli Congressi si è ilustrata con la lettura di un messaggio del giudice Tosti al Congresso che fu vivamente apploso. Ogni anno, il Congresso studia una questione (Questione in studio). Quest’anno, era « unificazione o separazione della scuola pubblica e degli insegnamenti privati », e l’anno prossimo « pedagogismo, educazione, istruzione ». E stata affermato « La risposta alla questione è evidemente no all’unificazione e si alla separazione, sempre riassunta nella rivendicazione storica ». « Fondi pubblici alla scuola pubblica, fondi privati alla scuola privata ». Si tratta sempre di difendere l’istruzione pubblica e la trasmissione delle conoscenze per condurre all’emancipazione dell’individuo. »

L’insiemme dei testi del Congresso sono disponibili sul sito internet www.fnlp.fr. Per dare, finalmente un’impressione dell’insiemme, citiamo il resoconto dei delegati della federazione dell’Oise ( dipartimento di provincia) : quel Congresso fu « un dibatto democratico permanente in seduta e in commissione, una possibilità permanente di esprimersi per rettificare, mettere in guardia, migliorare. » I liberi-pensatori francesi e i loro compagni del mondo intero continuerano a combattere quest’anno di nuovo per la difesa dei nostri ideali communi et non si lascieranno allontanare.


Publications

Derniers articles publiés